Guida alla stampa manifesti grande formato Totalvision 10:18

Stampa manifesti grande formato: cosa c’è da sapere.

Probabilmente se stai leggendo quest’articolo hai pensato di farti conoscere tramite uno dei mezzi pubblicitari più scelti e più efficaci in termini di riscontro e ricordo del messaggio: l’affissione o outdoor advertising.

Se invece non lo conosci ti consigliamo di leggere l’articolo “Affissione e Outdoor Advertising”.

1. Scelta del Materiale

I manifesti grande formato utilizzati per la pubblicità esterna hanno bisogno di essere particolarmente resistenti alle intemperie e al deterioramento imposto dagli agenti atmosferici e devono possedere un fondo scuro capace di coprire, creando uno strato completamente opaco, le affissioni preesistenti.

Quindi importantissima è la scelta del materiale su cui stampare.

Noi di TotalVision consigliamo e utilizziamo unicamente Carta Blue Back anti-spappolo e anti-intemperie nella grammatura ideale per la stampa manifesti.

Vai alle nostre offerte

2. L’importanza delle dimensioni

Ebbene sì, le dimensioni contano.
Indubbiamente i manifesti grande formato hanno un impatto “maxi” molto più forte rispetto ai cartelloni pubblicitari di medio e piccolo formato.

I manifesti 6×3 e manifesti 4×3, i manifesti grande formato più gettonati, rappresentano un’ottima scelta in ogni pianificazione. L’efficacia della campagna pubblicitaria si amplifica, le forme, i colori, i concetti sono esaltati da una grande visibilità.

Bisogna inoltre considerare che la loro estrema visibilità ne favorisce la percezione da medie e lunghe distanze, anche in movimento, persino quando ci si trova a coglierli durante il più rapido passaggio automobilistico.

3. Creatività ma con “Risoluzione”

Per i manifesti grande formato abbiamo a disposizione un grande spazio, uno spazio da riempire con la nostra creatività: grandi testi, forme e la più vasta gamma di colori.

Tutto questo però deve tener conto della risoluzione, uno dei parametri più importanti quando si stampa. La risoluzione si misura in dpi, ovvero dot per inch (in italiano punti per pollice).
Tanto più elevata è la risoluzione tanto più numerosi saranno i puntini necessari a comporre l’immagine.

Un manifesto di grandi dimensioni può anche non possedere una risoluzione elevatissima, considerato che viene apprezzato da lontano, diversamente dai manifesti di medio e piccolo formato che avendo dimensioni decisamente più contenute, necessitano di una maggiore risoluzione (quindi moltissimi puntini che compongono l’immagine) perché verranno fruiti da vicino.

Offerta stampa digitale 

Ricerche recenti dimostrano che l’occhio umano riesce a percepire in media da una distanza di 30 centimetri circa 290 dpi, per cui facendo riferimento alla visione a distanza per la quale i manifesti grande formato sono concepiti, è inutile esagerare con la risoluzione.

Se vogliamo stampare in grande formato, quindi se scegliamo i manifesti 6×3 o 4×3, è consigliabile preparare un file a 100 dpi in scala 1:1, oppure un file ad almeno 300 dpi se lavoriamo in scala 1:10.