Misurare l’efficacia dei manifesti pubblicitari Totalvision 11:00

Chiunque nel settore della pubblicità accetterà che la pubblicità sui manifesti per affissione è una forma di pubblicità estremamente efficace. I manifesti per affissione pubblicitaria rimangono una parte visibile del paesaggio ovunque si vada. Al contempo gli inserzionisti continuano a investire una parte consistente del proprio budget pubblicitario nell’affissione.

Questo ci suggerisce che l’affissione pubblicitaria è uno dei media più capaci di catturare l’attenzione.

I professionisti della pubblicità considerano il marketing dei cartelloni pubblicitari uno dei mezzi più efficaci e preziosi a disposizione.
Mentre utenti e inserzionisti considerano i metodi pubblicitari classici(quotidiani, periodici, volantini ecc) più efficaci.
Questo per via della la loro semplicità di pianificazione e della loro portata, più facile da misurare.

Un errore comune è pensare che i messaggi sui cartelloni pubblicitari esterni siano troppo brevi e semplici per essere persuasivi.
I professionisti del settore pubblicitario ti diranno che chi la pensa così sta tralasciando alcuni dettagli importanti.

Gli obiettivi dei manifesti pubblicitari

I manifesti per la pubblicità non sono di solito progettati per convincere i consumatori a compiere un’azione particolare, almeno non apertamente.
Le ricerche mostrano che la persona media osserva un manifesto per circa 4 secondi, e di rado più  a lungo.

Lo scopo dei cartelloni pubblicitari esterni è quello di creare o rafforzare la brand awareness, ovvero costruire un’immagine solida del brand, senza informare eccessivamente.

L’obiettivo finale di tutti gli inserzionisti è quello di rendere il proprio marchio familiare agli occhi dei consumatori.

Prendiamo in considerazione esempi paradigmatici di successo: Scottex, Scotch, Rimmel, Postit e molti altri.
Questi marchi hanno raggiunto una popolarità tale agli occhi dei consumatori, da rappresentare il nome comune stesso dei loro pordotti.
Il loro status è stato raggiunto attraverso una continua comunicazione e un lavoro persistente di rafforzamento dell’immagine.
La loro forte immagine aziendale e i ricavi impressionanti dei prodotti, sono il risultato di pressanti campagne pubblicitarie di branding – il semplice recall del marchio.
Ancora oggi nessun mezzo pubblicitario può eguagliare la pubblicità dei cartelloni pubblicitari in termini di branding.

Pensiamo ad una nostra giornata lavorativa tipo.
Il tempo che passiamo in auto fra uno spostamento e l’altro costituisce la maggior parte del tempo inattivo che un individuo sperimenta nell’arco della giornata.
Le grandi aziende sono consapevoli di questo e sfruttano appieno l’opportunità di bombardare i tuoi sensi con messaggi potenti sui manifesti.

Come misurare l’efficacia dei manifesti per affissione

Una società di pubblicità esterna professionale può calcolare facilmente il numero di persone raggiunte (reach).
La reach del manifesto sarà il traffico veicolare e pedonale che passerà da un punto di vista chiaro del cartellone in qualsiasi momento. E con calcoli più precisi si potrà arrivare a calcolare anche la composizione demografica di tutto il territorio.

Daily Circulation Effective – DEC e Eyes on Impressions – EOI

L’unità di misura più utilizzata per calcolare l’efficacia dei manifestiè la Daily Circulation Effective – DEC (Circolazione Giornaliera Effettiva). DEC permette di calcolare il numero di veicoli e di pedoni che passano nelle vicinanze di un determinato cartellone.

EOI è invece un nuovo metodo per determinare la portata dell’annuncio di un manifesto. Si può dire che EOI – Eyes on Impressions è più puntuale rispetto a DEC.
DEC conta il numero di automobili che passano sul totale di ore in cui il manifesto pubblicitario è visibile.
EOI, invece, prende anche in considerazione la dimensione del cartellone, l’età delle persone nelle auto, il reddito, l’istruzione ecc.
Il conteggio EOI sarà più basso ma anche più preciso quando lo confronti con il tuo punteggio DEC.
DEC, infatti, non detrae dal totale le persone che non vedono o che non sono potenzialmente interessate al cartellone pubblicitario.

Se ti interessa un calcolo preciso ma non approfondito delle persone raggiunte dal manifesto, allora DEC è il tuo metodo per calcolare.
Ma se hai necessità  di conoscere composizione e specifiche del pubblico intercettato, allora EOI è la tua strada.

Massimizza l’efficacia con posizioni strategiche

Fondamentale è la definizione della posizione dei cartelloni pubblicitari. Devi stabilire fin da subito chi sarà più attratto dal tuo prodotto o servizio.
Una volta che hai deciso, fai un calcolo delle persone della zona che saranno potenzialmente attratte dal cartello.
Infine valuta se le posizioni che hai scelto saranno efficaci per raggiungere i tuoi obiettivi.

I cartelloni pubblicitari, dal piccolo 70×100 al più grande cartellone 6×3 “cubano” solo se hai scelto correttamente e con strategia la loro posizione.
Quindi se vuoi un ritorno concreto dovrai collocarli in posizioni adatte per intercettare il tuo pubblico o target. Se non sei sicuro lasciati consigliare dal servizio clienti di professionisti.